News Motocicli elettrici +50 rispetto al 2016!

Motocicli elettrici +50 rispetto al 2016

Secondo dati ANCMA gli scooter elettrici immatricolati in tutto il 2016 sono stati 625 di cui 227 nei primi 5 mesi dello scorso anno. Nel corso dei primi cinque mesi del 2017 le immatricolazioni sono più che raddoppiate toccando quota 496

A fare la parte del leone è stato eCooltra scooter sharing elettrico che, partito ufficialmente a Roma il 27 aprile, ha immatricolato 241 scooters Govecs, il 48% del mercato globale, per la flotta del suo innovativo servizio sostenibile di scooter elettrici condivisi a flusso libero primo in Italia.

‘In due mesi abbiamo già registrato numeri interessanti e in continua crescita che stanno dimostrando l’interesse e la volontà di muoversi green da parte degli scooteristi romani’ – afferma Maurizio Pompili direttore generale di eCooltra Italia – ‘Vogliamo puntare in modo deciso all’affermazione del nostro servizio smart a zero emissioni contribuendo al miglioramento della mobilità sostenibile, della qualità dell’aria in città e alla sensibilizzazione verso l’uso di mezzi totalmente elettrici. Oggi tutti possono guidare uno scooter elettrico a Roma!’

eCooltra è un servizio di noleggio di scooter elettrici a minuti ideato dal gruppo Cooltra. L'attività di eCooltra è iniziata a Barcellona nel marzo 2016, come progetto pilota di scooter condivisi. eCooltra ha dato l’avvio al servizio con una flotta di 250 scooter elettrici Govecs, ampliata successivamente fino a raggiungere i 360 mezzi a Barcellona. I veicoli del servizio di scooter sharing eCooltra producono zero emissioni e sono equivalenti a un ciclomotore 50cc. Il servizio opera attraverso l'app per smartphone, che grazie a un sistema di geolocalizzazione consente all'utente di diventare il proprietario di uno scooter elettrico per i minuti necessari. Attualmente il servizio è presente a Roma, Barcellona, Madrid e Lisbona.

È necessario solo uno smartphone. È sufficiente scaricare l’app eCooltra sul proprio smartphone e registrarsi per individuare lo scooter disponibile più vicino, prenotarlo e guidarlo a un costo di 0,24€ al minuto in tutte le città dove il servizio è presente.

Insomma lo scooter sharing elettrico come possibile ‘panacea’ per l’affermazione del mercato delle due ruote elettriche che nel corso degli anni ha stentato a decollare e che invece oggi, grazie anche alla presenza sul mercato di nuovi modelli più performanti, accattivanti ed accessibili, potrebbe vedere una sua giusta maturazione.

FTC

 

 

Condividi

Newsletter

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla nostra sezione Cookie Policy.

Accetto i cookie da questo sito